Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

Eventi

 received 155825489048937

 I PARTE 

Scegliere il tema, preparare le scene, individuare gli sponsor, caricare gli alunni, supportarli e motivarli: sono le fasi che hanno preceduto le precedenti edizioni e anche l’edizione della Notte Nazionale del Liceo Classico 2020, che è ormai trascorsa da tre giorni. 
 
E così il 17 gennaio 2020 anche al liceo Classico di San Giovanni in Fiore, insieme ad  altri 435 Licei Classici in tutta Italia, si è celebrata, all’insegna della musica, la IV edizione a livello locale, la VI a livello nazionale, della NNLC2020, nata da un’idea di un collega illuminato del Liceo “Gulli e Pennisi” di Acireale (CT), il prof. ROCCO SCHEMBRA, che ha fatto pervenire anche un messaggio di saluto e buon lavoro. Questa edizione ricade nell’anno in cui il nostro Liceo Classico festeggia il mezzo secolo di vita, visto che iniziò il suo ciclo proprio il 1° ottobre del 1970. 
 
 E, con l’ispirazione della Musa della musica e della poesia lirica, Euterpe, i lavori si sono aperti alle 18:00 in punto, con i saluti a tutti i presenti e la proiezione del video contenente il brano inedito di Francesco Rainero  “L’ombra delle nuvole”, a cui ha fatto seguito la lettura drammatizzata di un elaborato, selezionato tra tanti e svolto da un allievo, Gabriel Bianchi, del Liceo Classico “Emanuele Repetti”, di Carrara (MS), lettura affidata a 6 nostri allievi (Chiara Straface, Biagio Mazzei, Diego Mazza, Antonio De Marco, Francesca Morrone e Fabiola Morrone) vista la forma dialogica dello stesso. 
 
Dopo i miei ringraziamenti alla Dirigente Scolastica, dott.ssa Angela Audia, che anche in quest’occasione ha dato piena fiducia a me come referente e a tutti i colleghi, in modo particolare ho ringraziato e ringrazio ancora le prof.sse Annarita Borrelli, Anna Narcisi, Domenica Nucera Irene Reda, Laura Rizzuti, e Alessia Travo, che hanno lavorato senza interruzione e senza mai risparmiarsi per la buona riuscita dell’evento, il prof Luigi Gallo nonché la prof.ssa Maria Marazita per gli intermezzi canori in lingua inglese, che hanno, successivamente, interpretato alcuni allievi. Tutti gli altri colleghi, invece, li ho ringraziati per la pazienza che hanno avuto in questo periodo di preparazione. 
 
I ringraziamenti, poi, sono stati estesi alle autorità presenti: al Sindaco Giuseppe Belcastro, all’assessore alla Pubblica Istruzione e alla Cultura, dott.ssa Milena Lopez,  per la loro attenzione nei riguardi dell'iniziativa, agli illustri relatori seduti al tavolo, il Presidente del Centro Internazionale di Studi Gioachimiti, il prof. Riccardo Succurro, il sempre presente avv. Angelo Oliverio, e, se pur in un'altra dimensione, il suo GENEROSO PAPA’, il compianto dott. Francesco Antonio Oliverio, che ci ha lasciato solo pochi mesi fa, e che ricordiamo con profonda riconoscenza per il lustro che ha dato ai Licei  attraverso il dono delle borse di studio, per tre anni di seguito, che hanno dato merito a diversi allievi del Liceo Classico e del Liceo Artistico.
 
 Naturalmente, un ringraziamento speciale è andato all’ospite d’onore della serata il dott. Giovanni Guzzo, funzionario alla Consob, nostro illustre concittadino, per la sua straordinaria partecipazione. Hanno fatto seguito i saluti del Sindaco Giuseppe Belcastro e dell’Assessore Milena Lopez che hanno avuto parole di lode e apprezzamento per le attività culturali portate avanti dai nostri Licei che rappresentano un faro nella comunità sangiovannese.  
 
Quindi i saluti della D.S., dott.ssa Angela Audia che ha parlato della preziosa opera culturale che le nostre attività svolgono sul territorio e della necessità di studiare sempre nuove strategie per rendere gli alunni protagonisti e latori di alti valori culturali. Poi è stato il turno dell’avv. Angelo Oliverio che, dopo aver ringraziato la Dirigente e tutti i presenti, con la voce rotta dall’emozione, ricordando il papà, anche a nome della sorella Francesca, seduta tra il pubblico, e parlando delle diverse coincidenze che si sono verificate in questi tre anni di stretto sodalizio tra i Licei e la sua famiglia, durante i quali, come da me ribadito e da lui confermato, sono state realizzate MULTAE RES ET PAUCA VERBA, convinto di rispettare una volontà del tanto compianto papà, a nome della famiglia, ha annunciato la volontà di tutti loro di confermare, per il quarto anno di seguito, la borsa di studio per gli studenti più meritevoli del Liceo Classico e del Liceo Artistico. È ovvio che tale annuncio ha riempito di grande gioia tutti noi che abbiamo sentito, più che mai, aleggiare lo spirito dell’uomo che per primo ebbe questa illuminazione giusto tre anni fa, il dott. Francesco Antonio Oliverio, che ringraziamo ovunque egli sia. 
 
Non poteva non portare il suo saluto l’ospite d’onore dell’evento, il dott. Giovanni Guzzo, che con la sua gentilezza e profonda sensibilità ha salutato e ringraziato la Dirigente, per averlo fortemente voluto presente anche in quest’occasione, le autorità presenti e il pubblico tutto, invitandoli alla sua esibizione al pianoforte, insieme alla straordinaria voce di Valentina Audia, in seconda serata e riservando a me un saluto e un ringraziamento speciali prima della conclusione della conferenza, tali da provocarmi una visibile commozione.
 
 Dopo l’intervento del Presidente del Centro Internazionale di Studi Gioachimiti, il prof. Riccardo Succurro che ha parlato della stretta sinergia tra i Licei e il Centro Studi da lui diretto, in riferimento, soprattutto, alla partecipazione dei nostri allievi alle Giornate Fai di Primavera in qualità di Ciceroni che hanno saputo trasmettere, con grande sicurezza, il loro sapere sul patrimonio artistico del nostro paese, sfoderando tutte le loro competenze, acquisite durante i due mesi di preparazione, ai numerosi visitatori giunti a San Giovanni in Fiore in quell’occasione, nonché della volontà di continuare questo rapporto di collaborazione per la preparazione di una qualche attività per il “Dantedì” fissata dal Governo al 25 marzo, in vista del 2021, quando saranno 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, ci si è avviati verso le conclusioni di questa prima parte dell'evento.
 
 Un ringraziamento è andato anche a Pier Luigi Mazzei presente in platea insieme alla famiglia e a tutte le altre autorità presenti.
 
 Ho ringraziato, altresì, coloro che hanno contribuito alla costruzione dell’evento: il DSGA dell’Istituto comprensivo, il rag Francesco Verardi, il responsabile del Liceo Artistico, il prof Giovanni Belcastro per la gentile concessione degli abiti indossati da alcuni  allievi, il tecnico del Liceo Classico Salvatore Guarascio, i collaboratori scolastici, Stefano Astorino, Saverio Candalise, Maria Loria  Pino Drago e Maria Iuliano, che sono andati aldilà dei loro compiti convenzionali. 
 
Il convegno si è concluso con i ringraziamenti agli sponsor. Prima sono stati ringraziati gli enti che, con il loro patrocinio gratuito, hanno promosso l’evento, vale a dire il Comune Di San Giovanni In Fiore e il Centro Internazionale Di Studi Gioachimiti. Poi sono stati ringraziati gli sponsor che hanno, concretamente, sostenuto la manifestazione, nello specifico: Grafica Florens Di Mariano Spina, Panificio Mangia & Scappa, Panificio Parmella, Panificio Tommaso Spadafora, Pizza a Taglio Pucis, Supermercato Conad, Supermercato Md, Agenzia Viaggi Terra del Sole, Agenzia Vaggi Travel Perri, Barile Viaggi, Ristorante-Pizzeria Antico Borgo, Agriturismo Tenuta di Torre Garga, Oreficeria G.B. Spadafora, Laboratorio Orafo di Giovanni Guzzo, Mastrogio’ B&B, Q8 di Salvatore Spina, Petrocelli S.r.l..  
 
Un ringraziamento SPECIALE va a SILATV nella persona dell’editore Antonio Oliverio perché, con le sue riprese video, consente ai sangiovannesi sparsi in Italia e nel mondo di conoscere quanto di bello viene fatto in questa nostra comunità. 
 
Sentiti ringraziamenti giungano, altresì, anche al fotografo Domenico Olivito, inviato dell'amministrazione Comunale, e a Giovambattista Bonasso, che ha fatto delle riprese video dei momenti più salienti degli spettacoli, entrambi ex allievi di questo Liceo Classico, il primo di un passato un po' remoto e il secondo di un passato prossimo.
 
 Si ringraziano anche le famiglie degli allievi per la loro fattiva collaborazione. 
 
 II PARTE
 Non voglio tediarvi ulteriormente, raccontandovi il viaggio compiuto da tutti i partecipanti nella Cultura Classica, grazie alle attività svolte dai nostri alunni supportati amorevolmente dai loro insegnanti, perché le parole non sarebbero sufficienti, ma, attraverso gli apprezzamenti giunti da tutti coloro che hanno seguito questo magico viaggio nella Cultura, si è capito che anche quest’anno le attività sono state condotte in modo magistrale a riprova del fatto che "La cultura è un bene comune primario come l'acqua".  
 
Dopo il buffet, reso possibile grazie  alla generosità degli sponsor, la serata è proseguita con lo strepitoso spettacolo offertoci dal talentuoso Giovanni Guzzo e dalla prodigiosa voce di Valentina Audia che ringraziamo per averci regalato questi indimenticabili momenti di grande emozione. Ciò a riprova del fatto che giusto è ciò che afferma Ezio Bosso quando dice “La musica come la vita si può fare solo in un modo. Insieme”.
 
 Ed è stato in questa occasione che abbiamo vissuto un altro momento molto emozionante: l’orafo Giovanni Guzzo, omonimo dell'ospite che si è esibito testé, gli ha fatto dono con grande generosità, di un bracciale in argento recante come elemento decorativo l’abside della nostra Abbazia Florense rendendogli, così, onore. 
 
Quindi si è tenuto l’ultimo numero in programma “Mamma Mia” ad opera di alunni di diverse  classi, a cura delle prof.sse Annarita Borrelli e Laura Rizzuti, a cui ha fatto seguito la lettura drammatizzata dei versi 1-38 dell’Agamennone di Eschilo, magistralmente eseguita dalla ormai ex allieva Antonia Le Pera, eccellenza di questo Liceo.  
 
Il tutto condito dalla ormai tradizionale libagione di spumante, tutto italiano questa volta, e dal taglio della torta recante l’immagine simbolo di questa edizione: “una figura femminile di grande dimensione, Madre Natura, con in mano il grande libro della Cultura, in prospettiva di un fecondo sodalizio”, torta realizzata dalla pasticceria REDA di Acri e gentilmente donata dalla prof.ssa Irene Reda che ringraziamo di vero cuore. 
Adesso non ci resta che pensare alla VII edizione Nazionale.
 Maria Gabriella Militerno                               
Allegati:
FileAutoreDimensione del File
Scarica questo file (FB_IMG_1579528394303.jpg)FB_IMG_1579528394303.jpgGabriella Militerno66 kB
Scarica questo file (FB_IMG_1579537649433.jpg)FB_IMG_1579537649433.jpgGabriella Militerno58 kB

20191024 093241

Le prof.sse Alessia Via e Alessia Travo, coadiuvate da altri docenti, anche quest'anno, sono state le coordinatrici, per i Licei di San Giovanni in Fiore, del progetto nazionale #IOLEGGOPERCHÉ2019, grazie, naturalmente, alla profonda sensibilità della D.S. dott.ssa Angela Audia. 92 i libri complessivamente donati ai Licei di San Giovanni in Fiore, durante la settimana dedicata alla campagna #IOLEGGOPERCHÉ2019.

Non possiamo, per tanta generosità, non ringraziare di vero cuore tutti coloro che, rispondendo prodigalmente all'invito dei nostri splendidi allievi, hanno contribuito all'arricchimento delle biblioteche dei Licei di San Giovanni in Fiore, acquistando uno o più libri presso Mondadori Point di Salvatore Veltri.

Sicuramente, con queste generose donazioni è stata scritta una pagina di profonda sensibilità della storia culturale di questa nostra comunità. Leggere, poi, su alcuni di questi libri, dediche con parole di gratitudine per la scuola, come quella di una madre che ringraziava per il fatto che tale scuola, negli anni passati, "ha reso uomini i suoi figli", ha contribuito ad infondere in noi docenti, che ci spendiamo non poco per dare un fattivo contributo alla crescita intellettuale e intellettiva dei nostri allievi, una carica maggiore per continuare su questa strada.

Inoltre, ringraziamo l'Amministrazione Comunale nella persona del Sindaco Giuseppe Belcastro, per aver accolto la richiesta della nostra scuola di chiudere via Roma al traffico, nel corso della mattinata del 24/10, per lo svolgimento di attività legate al contest, previste all'interno del progetto nazionale di #IOLEGGOPERCHÉ2019.

Un ringraziamento particolare va anche al direttore della RSA Villa Florensia, che ha ospitato, sempre nel corso della mattinata del 24, un nutrito gruppo di allievi, accompagnati da noi docenti, creando, così, le condizioni per uno dei momenti più emozionanti di tutto l'evento.

In quest'occasione, infatti, un'allieva ha letto un passo del libro di G. Mazzariol, "MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI", argomento della sfida, prevista sempre nell'ambito del contest, tra le diverse sezioni dei Licei, mentre un'altra ha letto un passo tratto dal "De Senectute" di Cicerone, alla presenza degli anziani ospiti della suddetta RSA, riuniti nella sala intrattenimento, visibilmente emozionati per questa considerazione loro riservata, suggellata anche dalla donazione, a ciascuno di loro, di uno dei tanti fiori di carta, amorevolmente realizzati dagli alunni dei Licei Artistico e delle Scienze Umane.

E, l'incontro tra generazioni, diametralmente opposte, mediato dalla generazione di mezzo, quella di noi insegnanti, ha rappresentato un momento di grande pathos.

Maria Gabriella Militerno

P. S. Si ringraziano anche, per la loro disponibilità e generosità, l'Impresa MAZZEI EDILIZIA ED ENERGIA Ing. Vincenzo & Luigi di Castelsilano e il ROTARYFLORENSE che hanno sponsorizzato l'evento del 24 ottobre.

Questa mattina, presso la presidenza del Liceo Artistico, la Dirigente, dott.ssa Angela Audia, alla presenza di un gruppo di docenti, che stanno portando avanti la nobile causa dell'estensione dell'intitolazione di "GASPARE OLIVERIO" a tutti gli indirizzi dell'I.I.S. di San Giovanni in Fiore, e dell'Assessore alla Cultura e all'Istruzione del nostro Comune, prof.ssa Milena Lopez, per consolidare il già stretto connubio creatosi con i discendenti del noto archeologo, ha offerto una delle opere realizzate dagli alunni del Liceo Artistico, in occasione dell'ultima cerimonia di consegna delle borse di studio in sua memoria, ai due giovani pronipoti, l'Avvocato Angelo Oliverio e la dott.ssa Francesca Oliverio, che hanno rappresentato il loro papà, il dottor Franco Antonio Oliverio, promotore della borsa di studio, che proprio un mese fa è venuto a mancare, non senza lasciare un'importante eredità di stima. Ringraziando per la gradita donazione, essi hanno deciso di lasciarla alla scuola stessa con l'auspicio di istituire presto una sorta di museo in cui raccogliere tutti questi manufatti realizzati per la partecipazione al concorso per le borse di studio. Anche questo è da considerare un momento importante da annoverare negli annali della storia della nostra scuola.

IMG 20190822 WA0037

Mercoledì 21 agosto, nell'accogliente e magnifica Navatella dell'Abbazia Florense, si è tenuta la cerimonia di consegna delle borse di studio in memoria di Gaspare Oliverio, giunta ormai alla III edizione.

 
 Dopo i saluti e i ringraziamenti di rito a tutti i presenti e al tavolo dei relatori, tra cui gli esponenti della giunta, vale a dire il Sindaco Giuseppe Belcastro e l'assessore alla Cultura e all'Istruzione Milena Lopez, si sono tenuti i vari interventi. 
 
 È intervenuta la Dirigente dei Licei, la dott.ssa Angela Audia, che, dopo aver ringraziato la famiglia Oliverio per questa ennesima importante opportunità, offerta agli alunni dei Licei Artistico e Classico, ha pubblicamente dichiarato che ormai i tempi sono maturi per estendere l'intitolazione GASPARE OLIVERIO, che adesso appartiene solo al Liceo Artistico, a tutti i Licei, vista l'importante campagna di divulgazione della vita e dell'attività del grande Archeologo ed Epigrafista, compiuta da un gruppo di docenti, Giovanni Belcastro, Alessia Travo e Alessia Via con significative Unità Di Apprendimento (UDA), e promossa anche all'esterno, come, per esempio, la creazione di un portfolio da parte di un filatelico appassionato, il prof in pensione Aiello.  
 
Naturalmente, la dichiarazione resa ha provocato grande gioia in tutti noi promotori di tale progetto di estensione dell'intitolazione.
 
 Successivamente, ha preso la parola il pronipote dell'Archeologo, che ha portato i saluti del padre e della sorella, che, per impegni dell'ultima ora, non ha potuto essere presente alla cerimonia, ricordando come tutto sia nato da un incontro con la sottoscritta presso la farmacia di un parente comune che con la sua presentazione mi ha fatto comprendere l'illustre origine del giovane avvocato. 
 
Da qui è nato un legame indissolubile che ha generato solo bene per la cultura locale e, quindi, per gli alunni che, per il terzo anno consecutivo, hanno vissuto l'esperienza di concorrere all'ottenimento della borsa di studio.
 
 È stata poi la volta del prof. Giovanni Belcastro che ha ribadito con forza l'importanza per la comunità tutta di dare il giusto rilievo al personaggio in questione, sempre fedele al suo motto, "Res non Verba", portando a supporto di tale causa una serie di copie di documenti storici, riguardanti alcune tappe importanti della vita professionale del noto Archeologo, provenienti dagli archivi dell'Università La Sapienza di Roma, frutto della ricerca e della raccolta pazientemente compiuta dalla figlia, Antonia, laureanda in architettura. 
 
 L'assessore Milena Lopez si è detta soddisfatta di questo stretto connubio tra istituzioni e scuole perché da ciò non possono che nascere vantaggi per la comunità tutta, esprimendo tutta la sua gratitudine alla Dirigente e a noi docenti, con cui, di volta in volta, si interfaccia. 
 
 È stato, poi, invitato, dall'avvocato Angelo Oliverio, a portare il suo contributo, anche il già preside Elio Valentino che ha salutato con grande soddisfazione la dichiarazione della Dirigente circa l'estensione dell'intitolazione a tutti i Licei, aggiungendo che non bisogna perdere altro tempo e che si deve continuare sulla strada di valorizzazione di questo gigante della cultura, locale e non. Il prof Pino Barberio, tra le altre incisive sue considerazioni, ha espresso la soddisfazione che tale iniziativa si sia ormai consolidata diventando viatico per i nostri allievi che all'Università possono avere una spinta maggiore per distinguersi ulteriormente, grazie alla formazione ricevuta nei nostri Licei. 
 
Infine è stata data la parola al Sindaco, Giuseppe Belcastro, che si è detto profondamente compiaciuto del gemellaggio che, da circa tre anni, si è creato tra i Licei e l'Amministrazione Comunale, ribadendo la necessità di ripartire dalla cultura e dai giovani per dare nuovo slancio alla comunità tutta. Ha, poi, sempre il Sindaco, ringraziato affettuosamente Giovanni Guzzo, per la sua preziosa presenza per il secondo anno consecutivo, promettendogli di seguire la sua esibizione al pianoforte fino alla fine. 
 
 Dopodiché, è stata chiamata al tavolo della presidenza la moglie dell'orafo Pertichini per donare a Giovanni Guzzo un gioiello realizzato nel laboratorio del marito, consistente in un pendente, con relativa catenina in argento, che riproduce il Sigillo Florense, un fiore stilizzato con 7 ramificazioni e iscrizione latina intorno. 
 
 Subito dopo si è passati alla scopertura, affidata al Sindaco, di un'opera pittorica eseguita da un caro allievo del Liceo Classico, che ha conseguito la maturità quest'anno, Leonardo Madia, eseguita con il chiaro intento di lasciarla in donazione alla scuola che è stata la sua famiglia per cinque anni e che gli ha dato tanto in termini di formazione culturale e umana, in base a ciò che ha dichiarato lui stesso, esibendola, con orgoglio, al pubblico presente. 
 
 Dopo queste emozionanti parentesi si è arrivati al momento clou della serata, quello di rivelare i nomi degli assegnatari delle borse di studio.
 
 Hanno presentato domanda di partecipazione complessivamente undici ragazzi, cinque del Liceo Artistico, ma tre si sono poi ritirati, e sei del Liceo Classico, di cui una, per impegni dell'ultima ora, non si è potuta presentare al colloquio, "condicio sine qua non" per l'attribuzione della borsa di studio, finalizzato a conoscere le motivazioni dei singoli e i loro progetti per il futuro.
 
 Le borse di studio sono state assegnate, secondo insindacabile giudizio della famiglia dell'archeologo, con il benestare di tutti i membri della commissione, ex aequo ai due partecipanti del Liceo Artistico, Giovanni De Marco e Flavia Candalise, e meritatamente, anche per il suo percorso scolastico, ad Antonia Le Pera, per quanto riguarda il Liceo Classico.  
 
La serata si è conclusa nell'incantevole cornice dell'Abbazia Florense, ai piedi del santo protettore, Giovanni Battista, con la stupefacente esibizione al pianoforte di Giovanni Guzzo, che, ha accompagnato, per alcuni pezzi, la straordinaria voce di Valentina Audia. I brani musicali eseguiti, noti ai più, hanno incantato tutto il pubblico presente.
 
 Si ringraziano, per la disponibilità, Padre Ruben, la sig.ra Teresa Guarascio, che ha predisposto la Navatella per lo svolgimento dell'iniziativa, il tecnico del Liceo scientifico, Bernardo Girimonte, Enzo Puleio per il sistema di amplificazione, Enzo Gigliotti per il pianoforte, Domenico Olivito per le fotografie, e tutti gli altri che hanno contribuito, a vario titolo, alla buona riuscita dell'evento. 
 
 Arrivederci alla IV EDIZIONE
 
 Maria Gabriella Militerno 
 
 
 

Mercoledì 21 agosto, con inizio alle 17:30, presso la navatella laterale dell'Abbazia Florense, nell'ambito degli eventi promossi dall'Amministrazione comunale, si terrà la terza edizione della Cerimonia di consegna delle borse di studio ai diplomati più meritevoli del Liceo Classico e del Liceo Artistico, in memoria di GASPARE OLIVERIO, generosamente offerte dal nipote dell'insigne studioso, il dott. Franco Antonio Oliverio.  

Durante la cerimonia sarà scoperta anche l'opera pittorica che un nostro, ormai ex, allievo, Leonardo Madia, ha realizzato per donarla alla sezione dei Licei, quella Classica, dove ha ricevuto l'istruzione superiore per ben 5 anni, e a cui aveva già regalato una sua creazione (copia delle fanciulle in bikini della Villa del Casale di Piazza Armerina, in Sicilia, vedi foto allegata), in occasione della NNLC19, lo scorso gennaio, per dimostrare, evidentemente, il suo amore a tutti noi che resteremo lì a continuare il nostro lavoro di formazione.
 A seguire, intorno alle 19:00, anche per quest'anno, l'esibizione al pianoforte di Giovanni Guzzo, del quale, nel mese di aprile di quest'anno, si è occupato anche tg2 STORIE, dedicandogli un interessante servizio, frutto di un'intervista della giornalista Simonetta Guidotti, che ne ha fatto emergere le sue grandi virtù.  
Giovanni Guzzo nasce 41 anni fa a San Giovanni in Fiore. A sette anni si trasferisce a Napoli, dove tutt'oggi vive, per frequentare l'Istituto "Domenico Martuscelli" per giovani non vedenti. Tre volte campione italiano di judo paraolimpico e appassionato di musica, suona da tempo il pianoforte e compone testi e canzoni. Con il suo motto "Chi si ferma e' perduto" ha esordito, nell'inverno del 2018, alla trasmissione di Rai Uno "Superbrain-Le Supermenti" vincendo la seconda puntata e riscuotendo successo per la sua simpatia.
 Da qualche anno lavora alla Consob. 
Giovane uomo, dunque, dalla personalità forte e poliedrica. 
 Pertanto, alla luce di quanto appena esposto tutta la cittadinanza è invitata a partecipare allo spettacolo che GIOVANNI GUZZO, per il secondo anno consecutivo, vorrà regalare ai sangiovannesi che saranno presenti in Abbazia.  
Un ringraziamento particolare va all'Amministrazione Comunale nelle persone del Sindaco Giuseppe Belcastro e dell'assessore alla Cultura Milena Lopez, per aver consentito l'inserimento della cerimonia nel calendario dell'Estate Florense per il terzo anno consecutivo. 
 Vi aspettiamo numerosi! 
 
 Maria Gabriella Militerno